Archivio tag | scuola

10 semplici passi per un anno scolastico senza influenza e raffreddore

Perchè arriva con la scuola puntualmente anche l’influenza e il raffreddore? 

beteggyerek

L’influenza è un’infezione respiratoria virale molto contagiosa. Il virus influenzale si diffonde facilmente negli ambienti chiusi e affollati come la scuola e si trasmette facilmente attraverso goccioline di muco, saliva ed in genere via aerea anche semplicemente parlando vicino ad un’altra persona. In più, l’influenza ha un breve periodo di incubazione, variabile, di 1-4 giorni durante il quale il virus può essere già contagioso. Questo significa che il virus può essere trasmesso da persone apparentemente sane, che non manifestano ancora i sintomi della malattia.megfazas1

Bisogna distinguere l’influenza dalle altre infezioni respiratorie come il semplice raffreddore o dall’infiammazione della gola o bronchite: il raffreddore è un’infezione delle vie respiratorie superiori e del naso, mentre la bronchite è un’infiammazione dei bronchi.

 La vaccinazione quindi potrebbe essere una misura preventiva contro l’influenza, ma non è una soluzione contro il raffreddore ed infiammazioni vari delle vie respiratorie.

 Ecco che cosa possiamo fare per passare un’anno scolastico senza malattie:

lavaremani_bimbo 1. Lavarsi le mani: è un gesto semplice, efficace e poco costoso per limitare i rischi di trasmissione del virus e nella prevenzione della propagazione delle infezioni in generale.
2. Non toccarsi il naso e il viso.infuso_weberboristeria
3. Bere molti liquidi: oltre l’acqua che fa sempre bene possiamo scegliere anche tra le tisane di Flora. La menta ha un effetto rinfrescante.  
4. Rilassarsi. Il rilassamento va aiutato facendo una sauna olio_massaggio_weberboristeriaoppure per i bambini (e non solo!) applicando un delicato massaggio. L’effetto positivo della sauna possiamo aumentarlo con oli essenziali come quello di Eucalipto o Pino della Flora. Prendete il tempo per regalare un’amorevole massaggio ai vostri bambini. I profumi degli oli essenziali contenuti nell’olio da Massaggio Bimbo della Flora trasmettono durante il massaggio rilassamento e armonia. Con olio di Mandorle dolci, Girasole e Jojoba, oli essenziali puri 100% di Mandarancio, Arancio dolce, Limone, Vaniglia e Lemongrass.
5. Respirare aria fresca. E se non riusciamo a fare una passeggiata tra lebalsamilene_weberboristeria montagne possiamo rinfrescare l’aria della nostra stanza con i vapori balsamici. Balsamilene è un’emulsione ad azione balsamica per umidificare l’aria degli ambienti da mettere nell’acqua dei termosifoni. Efficace nei locali chiusi, rende l’aria fresca e balsamica. Per tutta la famiglia e anche per la sauna.
6. Fare dell’esercizio regolarmente
7. Mangiare sano (fanno molto bene i legumi)
8. Condurre uno stile di vita sano: non fumare e diminuire la consumazione d’alcool.

winterforte_weberboristeria9. Intervenire con alcuni prodotti specifici: rafforzare il nostro sistema immunitario con Aloe Vera, come per esempio con l’Aloe D-fence della Zuccari. Un’altro prodotto molto interessante invece è la propoli, utilizzata da sempre come antisettico del cavo orale, perciò, raccomandato per prevenire mal di gola e raffreddore. Cercate Winterforte spray della Winter.

10. e per i più sensibili: la vaccinazione rimane una misura preventiva efficace contro l’influenza.

Cambio stagione: soluzioni per non strapparsi i capelli

sziami haj

Con l’autunno arrivano le giornate più corte con sbalzi di temperatura di oltre 10-12 gradi. Tocca riprendere il lavoro e arriva l’inizio della scuola. Tutto ciò porta tanto stress e stanchezza, a volte anche depressione. Anche gli esperti confermano, che questo è uno dei periodi più difficili dell’anno per il benessere psicofisico.

 Al traumatico cambio di stagione non sfuggono neanche i capelli. E se non hajtepes2state attenti insieme le foglie cadono anche i capelli! La perdita dei capelli aumenta in questo periodo, in quanto gli ormoni, in base al variare delle ore di luce, danno inizio all’innato meccanismo di ricambio. Questo è un fenomeno naturale, ma se va affiancato con disturbi come lo stress, alimentazione sbagliata, o una cura farmacologica allora bisogna intervenire per non perderne troppi. Durante l’allattamento e in menopausa vi serve un’attenzione particolare.

migliocresUno dei trattamenti adatto anche alle neo-mamme è il fiale di MiglioCres. Offre una soluzione naturale quando i capelli sono deboli, opachi e tendono a cadere. Grazie al miglio, è dotato di un alto contenuto di Fosforo, Magnesio, Ferro e Vitamine del gruppo B, e favorisce la crescita dei capelli (e delle unghie).

Svolge un’efficace azione tripla:haj2

PREVENTIVA della caduta dei capelli,

RINFORZANTE della cute e della radice,

ENERGIZZANTE apporto di elementi nutritivi.

pro anagenChi vuole invece un’integratore può scegliere sempre le capsule di MiglioCres, oppure le compresse di Pro Anagen forte nel caso di eccessiva caduta, scarsa ricrescita, sebo e forfora. I risultati di quest’ultimo sono stati confermati anche in un test clinico condotto dai ricercatori di Budapest in collaborazione con il Centro Studi Medicine Naturali ed Etnomedicine di Venezia. Pro Anagen viene testato nel trattamento di 80 casi. Dopo 6 mesi di trattamento si nota un buon miglioramento complessivo nel 96,80% dei casi. I dati sono confermati con notevole ulteriore miglioramento in un controllo a 12 mesi.

5+1 regole per iniziare la scuola senza pidocchi…

flora_ovopidkidI pidocchi sono piccoli insetti di colore grigio-biancastro e di solito vivono sui capelli e si cibano di sangue pungendo il cuoio capelluto. Per questo amano i luoghi affollati dove il contatto tra testa e testa è più facile e quindi si parla di epidemie di pidocchi sopratutto all’inizio dell’anno scolastico. I pidocchi non sono pericolosi per la salute, ma possono provocare prurito ed essere causa di ferite da grattamento. La femmina del pidocchio vive 3 settimane e depone circa 300 uova, soprattutto all’altezza della nuca, sopra e dietro le orecchie, che si schiuderanno dopo 6-9 giorni. Si riproducono attraverso le uova che si chiamano lendini. La trasmissione può avvenire sia per contatto diretto (da testa a testa), sia per contatto indiretto (con lo scambio di cappelli, pettini, salviette, sciarpe, cuscini, ecc.). Lontani dal cuoio capelluto i pidocchi sopravvivono al massimo 2-3 giorni. Questi animaletti fastidiosi possono colpire chiunque, adulti e bambini, ed è facile il riscontro di epidemie in comunità scolastiche o sportive.

Cosa fare per evitare i pidocchi:

  1. Non utilizzare in comune pettini, spazzole, o cappelli.vividus_pidkidlinea
  2. Applicare prodotti di tipo preventivi come per esempio il PIDKID Shampoo della Vividus. Quest’ultimo svolge un’efficace azione rivitalizzante e purificante del cuoio capelluto e dei capelli. Quindi va utilizzato anche come misura preventiva.

5+1 regole per seguire se la prevenzione non basta…

 1. Osservare con molta attenzione: per essere certi che si tratta di pidocchi bisogna osservare con molta attenzione i capelli, soprattutto all’altezza della nuca, dietro e sopra le orecchie, per cercare le lendini (può essere più difficile vedere il parassita). 

flora_ovopid1fase2. Intervenire con un prodotto specifico antiparassitario: applicare sui capelli umidi dopo un normale shampoo uno specifico antiparassitario prestando attenzione alla zona dietro le orecchie e alla nuca e rimuovendo il prodotto con acqua dopo 10 minuti. Il kit OVOPID della Flora contiene tutti i prodotti necessari per combattere questi piccoli nemici. Fase 1: olio primo intervento, che interviene attivamente nella rimozione delle lendini presenti. Crea un ambiente sfavorevole all’insediamento dei pidocchi, proteggendo e mantenendo in buono stato i capelli. Per ottimizzare i risultati si raccomanda di lavare successivamente i capelli con Fase 2 Shampoo Attivo e nebulizzare Fase 3 Lozione Spray. Tutti i prodotti di questa linea sono privi di sostanze sintetiche dai possibili effetti collaterali. Un’alternativa valida potrebbe essere la linea PIDKID della Vividus. La lozione di PIDKID è a base di  Tea Tree Oil, Olio di Neem e Olio di Andiroba ed ha un’azione insetto-repellente e igienizzante. Va applicata sui capelli asciutti e lasciata agire per 15 minuti. Quindi pidocchi e lendini si possono eliminare meccanicamente con un pettine a denti stretti. Non contiene alcol e non irrita minimamente il cuoio capelluto.

3. Eliminare i pidocchi dal capo con un pettine stretto: nella maggior parte dei casi è sufficiente una singola applicazione per eliminare i pidocchi dal capo e distruggere le uova che comunque rimarranno aderenti ai capelli e, quindi, per un fatto soprattutto estetico, sarà opportuno rimuoverle con un pettinino stretto.

4. Controllare tutti i familiari e amici: tutte le persone venute in contatto con il bambino che ha preso i pidocchi devono sottoporsi a un controllo accurato per escludere il passaggio del parassita.

5. Disinfettare gli oggetti venuta in contatto: lavare in acqua calda almeno a 60° le lenzuola, gli abiti, i pupazzi di pelouche. Lavare accuratamente anche i pettini e le spazzole immergendoli in acqua calda per 10 minuti o utilizzando uno shampoo antiparassitario. Invece bisogna conservare in un sacchetto di plastica ben chiuso per un paio di giorni gli oggetti o i giocattoli che non possono essere lavati in acqua o a secco. Qualunque cosa contaminata e lasciata all’aria aperta per 48 ore viene sterilizzata poiché il pidocchio non sopravvive lontano dal cuoio capelluto. Per lo stesso motivo non sarà necessario, anche in caso di epidemia, effettuare disinfezioni o disinfestazioni negli ambienti scolastici o sportivi.

+1. Ricontrollare il capo di tutta la famiglia: nei giorni successivi sarà opportuno controllare il capo e solo eccezionalmente ripetere il trattamento dopo 7-10 giorni se si osservasse la ricomparsa di parassiti.